Mokarabia scrive un nuovo capitolo della propria storia e lo fa a Garbagnate, un piccolo centro a pochi chilometri da Milano. Per molti anni il paese è stato la sede dell’azienda e dal 2016 ritorna ad essere il grande deposito per lo stoccaggio dei prodotti. Da questo magazzino, tutto il caffè andrà poi a fornire il mercato italiano e quello estero.

 

Una grande emozione per tutti i dipendenti, soprattutto per quelli storici che hanno vissuto in prima persona l’inizio della storia Mokarabia e non possono fare a meno di tornare con la memoria agli anni in cui l’azienda nasceva. Prima sotto la stazione centrale, in via Sammartini, quando ancora apparteneva alla Signora Invernizzi. Pochi dipendenti, appena sei in torrefazione. Qui avveniva la produzione e la vendita diretta ai clienti.

 

Poi nel 1969 il trasferimento a Garbagnate, un deposito più grande, ben due tostatrici e macchinari più moderni. Mokarabia in quegli anni acquisisce clienti importanti come la Pasticceria Cova in via Montenapoleone e diversi ristoranti, fra i più rinomati della città. Dopo qualche tempo, l’azienda vive un nuovo sviluppo, quello dell’export, ma solo dopo l’acquisto della Torrefazione da parte della lungimirante famiglia Zanetti.

 

«Questa apertura a Garbagnate – commenta Luca Giani, AD di Mokarabia – si inserisce in un racconto di marca che vede la tradizione e la nostra storia come valori imprescindibili. Crediamo, infatti, che l’eredità culturale e produttiva di un marchio sia una potente leva per la competitività, soprattutto in un mercato molto veloce e innovativo come quello attuale. Per questo la nostra spinta verso il futuro nasce e cresce all’interno di un grande rispetto verso ciò che Mokarabia è sempre stata».

 

www.mokarabia.com